Connect with us

Moda e Bellezza

Carlo Cracco: Good Food in Good Fashion, quando la cucina incontra la moda

Carlo-CraccoLo chef stellato simbolo del Fashion Gourmet

Questa mattina, nella sala Gonfalone di Palazzo Pirelli di Milano, c’è stata la conferenza stampa dedicata all’evento più chic dell’anno: il Good Food in Good Fashion. L’iniziativa, in vista dell’Expo 2015, è promossa dall’ Associazione Maestro Martino, rappresentata dallo chef stellato Carlo Cracco, e istituita per promuovere e qualificare l’offerta enogastronomica del territorio lombardo. Il progetto ha lo scopo di coniugare tre universi paralleli: il food, il fashion e l’imprenditoria agricola femminile. L’evento, in occasione della settimana della moda donna, è basato su una “sfida” in cui gli chef di otto hotel a 5 stelle proporranno, dal 18 al 24 settembre 2013, un “fashion appetizers” , ovvero un elegante aperitivo volto alla riscoperta dei sapori della tradizione lombarda. Durante la conferenza stampa sono intervenuti l’ Assessore al Commercio, Turismo e Terziario Regione Lombardia, Alberto Cavalli, emozionato per la sua partecipazione con l’Associazione Maestro Martino in questa avventura, Wilma Pirola, responsabile di Donne Impresa Coldiretti, Anna Santini, capo servizio attualità della rivista Grazia e Anna Marconi, autrice del blog Taste of Runway. Collaboratori di questo progetto, non solo la società Expo 2015, ma anche la Regione Lombardia, la Provincia e il Comune di Milano, la Federazione Moda Italia e Cortilia, il primo mercato agricolo online, nato in Lombardia, con il compito di mettere in contatto i produttori locali con i consumatori, senza altri intermediari, con consegna della spesa a domicilio. Ultimo, ma non meno importante, a partecipare all’iniziativa capeggiata da Cracco, è il Lifestyle Journal, un magazine bimestrale (nato nel giugno 2010) dedicato al vivere consapevole e slow.

Una sfida a cinque stelle

Otto Executive Chef presenteranno nelle cucine di otto Hotel di lusso di Milano la loro collezione di piatti Prèt à Manger. Ogni menù sarà strutturato seguendo i canoni del connubio food-fashion: lo chef Sergio Mei dell’Hotel Four Season creerà ricette ad hoc e innovative come le polpette di patate e cipolle con bagnetto verde e il portafoglio di salvia con ricotta agli agrumi e passata di pomodoro e menta; lo chef Marco Offidani del Chateau Monfort preparerà dei mini soufflé al formaggio di capra Cantarana con cuore di paté di mortadella di fegato stagionata, crema di riso allo zafferano con fiocchi di raspadura e mini hamburger alla cipolla di Tropea con manzo di razza monzese e toma al sentore di tabasco. Gli altri chef che parteciperanno a questa golosa sfida sono: lo chef Domenico Melandri dell‘Armani Hotel, lo chef Umberto Vezzoli dell’Hotel Boscolo, lo Chef Andrea Ferrero del Bulgari Hotel, lo chef Augusto Tombolato del Westing Palace, il giovane chef Andrea Aprea del Park Hyatt Milan e lo chef Diego Giglio del Palazzo Parigi Milano Hotel & Grand Spa (in cui Cracco lavora come Executive Chef).

Un evento dedicato al mondo femminile

Durante la conferenza, Cracco ha spiegato come il progetto sia stato creato seguendo la tradizione e l’originalità: ogni chef, oltre ad aver studiato le basi della buona cucina italiana, è legato all’insegnamento di origine femminile, ovvero piccoli trucchetti imparati tra i fornelli delle nonne e delle mamme. Per questo all’interno dell’ iniziativa sono presenti aziende in cui è presente un’influenza prevalentemente femminile. E anche se la maggioranza degli chef è di sesso maschile, la donna rimarrà sempre la regina dei fornelli.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Moda e Bellezza

Post Popolari

Scelti per voi

To Top