Connect with us

News

Cannavacciuolo ristorante a Torino: dove si trova, menu e prezzi

antonino cannavacciuoloAntonino Cannavacciuolo nuovo ristorante a Torino: dove si trova, il menu e i prezzi

Antonino Cannavacciuolo, il popolare giudice di Masterchef, ha aperto un nuovo ristorante. Per la precisione a Torino, in via Cosmo 6, proprio dietro la Gran Madre. Lo chef di Vico Equense ha inaugurato il suo nuovo bistrot a sorpresa, forte delle prime prenotazioni ricevute. L’attività è da tempo molto attesa in città e già la prima settimana di prenotazioni è andata esaurita. Punto forte del locale quello di unire la tradizione partenopea a quella piemontese. Nel menu diversi primi gustosi e raffinati (tra i tanti: tagliatelle di grano arso, calamari e salsa di friselle; spaghetto di gragnano ai sentori di mare; gnocco di sgombro, brodo dashi e soai) e vasta scelta tra carne e pesce, senza dimenticare i prelibati dessert.

Cannavacciuolo ristorante Torino menu: antipasti, primi, secondi di carne e pesce

Tra i diversi antipasti del menu del nuovo bistrot di Cannavacciuolo: tonno vitellato con maionese di bottarga, polpo alla luciana, battuta di fassona piemontese. Tra i secondi di carne: vitella in crosta di limone, sedano e rapa; variazione di agnello, salsa al latte di capra e melanzana. Tra i secondi di pesce: baccalà, sedano e patate; triglia alla pizzaiola; branzino con salsa di acciughe e peperoni. Non manca poi un’ampia carta dei vini, per lo più piemontesi. Il locale è su due piani, con uno stile elegante e ben curato. Le sale sono state arredate secondo i principi del Feng Shui e c’è un isolamento acustico perfetto. Per quanto riguarda i prezzi? Si parla di menu degustazione tra i 50 e i 70 euro, con una spesa simile alla carta.

Cannavacciuolo ristorante a Torino: le prime dichiarazioni di Antonino

“In un ristorante fare buona cucina è fondamentale, ma il benessere dei clienti dipende da tanti fattori: dal servizio,dal rumore. Qui ad esempio sull’acustica ho investito moltissimo, quasi centomila euro solo per questo. Ma si potrà parlare con la riservatezza di una banca, senza timore di esser sentiti o di disturbare il tavolo vicino” ha spiegato Antonino Cannavacciuolo a La Repubblica. Il cuoco ha così motivato la scelta di aprire un nuovo locale a Torino: “È una città che mi piace. Elegante con il Po, con il suo piccolo centro. Un paesone metropolitano, la vedo così. In altre città la gente scappa, corre sempre, qui si cammina ancora. C’è il gusto di mangiare, di trovare il localino giusto”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top