Connect with us

Televisione

Bergoglio, prima settimana da Papa Francesco

papa-francesco-follaBERGOGLIO DIVENTA PAPA – Mercoledì 13 marzo Jorge Mario Bergoglio è stato eletto Papa ed passata ormai una settimana da quando l’abbiamo visto presentarsi dalla Loggia centrale della Basilica di San Pietro. Francesco, “il Papa venuto dalla fine del mondo” ha già stupito tutti con le sue azioni. Senza dubbio sarà un Papa diverso dagli altri e, probabilmente, porterà la Chiesa Cattolica verso una nuova era. Bergoglio si è posto al mondo con la sua semplicità e sobrietà. Fin da subito ha voluto presentarsi alla gente come un uomo semplice: ama infatti definirsi prete piuttosto che Pontefice. Francesco ha infatti rinunciato alla mozzetta di velluto e alla croce d’oro e questo la dice lunga sul suo carattere. Sembra infatti che quando mons. Guido Marini gli abbia proposto di indossare la tradizionale mozzetta di velluto rosso bordata di ermellino e la croce d’oro, lui abbia risposto in modo deciso: “Questa la mette lei. Io mi tengo questa, la croce di quando sono diventato vescovo, una croce di ferro“. Con queste azioni dà inizio al suo Pontificato, ponendosi davanti al mondo come un pellegrino al servizio della gente.

I PRIMI PASSI DI PAPA FRANCESCO – Domenica scorsa Papa Francesco ha commosso tutti con il suo Angelus, si è rivolto alla gente pronunciando parole semplici ma cariche d’amore e di speranza. Ha poi concesso alla folla un fuori programma: si è fermato a salutare i tanti fedeli presenti, ha stretto le loro mani e ha benedetto alcuni bambini. La scena si è ripetuta poi in occasione della sua intronazione. Anche in questo caso Papa Francesco non ha perso tempo per “tuffarsi” tra la sua gente. Ieri, 19 marzo, prima della messa, Bergolio è uscito infatti da casa Santa Marta e si è letteralmente immerso nella folla di Piazza San Pietro: ha fatto un giro su una jeep bianca scoperta e si è sporto per salutare i fedeli, baciare i bambini e  abbracciare i disabili, mettendo persino in crisi la sua scorta che non riusciva a proteggerlo. Tutto questo tra gli applausi e le ovazioni dei presenti. Le sue parole poi hanno confermato il suo ruolo di servitore del popolo: “Non dimentichiamo mai che il vero potere è il servizio e che anche il Papa per esercitare il potere deve entrare sempre più in quel servizio che ha il suo vertice luminoso sulla Croce; deve guardare al servizio umile, concreto, ricco di fede, di san Giuseppe e come lui aprire le braccia per custodire tutto il Popolo di Dio e accogliere con affetto e tenerezza l’intera umanità, specie i più poveri, i più deboli, i più piccoli“.

IL PAPA DELLA GENTE – La prima settimana del primo Papa gesuita e del primo Papa latino-americano si è conclusa. Da questo momento in poi Francesco entrerà nel vivo del suo governo e si attendono nuovi gesti e decisioni eclatanti. Dopo aver rinunciato a gioielli di valore e all’auto papale, aver dimezzato i costi della scorta ed essersi posto come il servitore della gente, ci si aspetta, nel corso del suo Pontificato, che il Papa apporti ulteriori modifiche alla Chiesa Cattolica in modo da riavvicinare i tanti fedeli che, ultimamente, avevano perso la fiducia in una chiesa corrotta e sconvolta da continui scandali. Tutti sono meravigliati di fronte a Papa Francesco che si pone con una semplicità fuori dal comune. Per lui tutto questo è però la normalità, sta semplicemente continuando il suo ruolo di sacerdote al servizio della sua comunità.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top