Connect with us

News

Belen in intimo crea caos a Milano: la replica della Rodriguez

Rodriguez-BelenBelen Rodriguez novità: le foto in intimo al centro della bufera

Dici polemica, dici Belen Rodriguez. Per l’ennesima volta la bella argentina si trova al centro di un caos. Questa volta non solo mediatico, ma anche di ordine pubblico. Tutta colpa di alcune foto in intimo, facenti parte della campagna pubblicitaria Jadea di cui Belen è testimonial da diversi anni, che starebbero creando non pochi problemi al traffico di Milano. Un risvolto che in parte vi avevamo già anticipato quando vi avevamo parlato di questa novità nel capoluogo lombardo, del resto la stessa storia era capitata qualche tempo fa ad Elena Santarelli. Il maxi cartellone Jadea, con protagonista Belen Rodriguez, era stato affisso tra corso Buenos Aires e via Palazzi e a quanto pare sarebbe stata una vera e propria distrazione per tutti gli automobilisti. A spiegarlo è stato un’esponente della Polizia Municipale che al quotidiano Repubblica ha spiegato: “Abbiamo verificato che molti automobilisti, arrivati all’incrocio fra corso Buenos Aires e via Palazzi, a Milano, anziché concentrarsi sulla guida rivolgono lo sguardo al doppio cartellone. Abbiamo chiesto alla società che ha allestito lo spazio pubblicitario di sostituire l’immagine con un’altra, meno attraente per i conducenti. Guidando, anche la più piccola distrazione può essere pericolosa e quel poster è posizionato in uno dei punti più trafficati della città”.

Belen Rodriguez troppo sensuale: la replica dell’argentina

La polemica sulle foto in intimo di Belen Rodriguez è partita da alcuni residenti della zona, che non sarebbero rimasti soddisfatti di quella pubblicità. E’ stato il comitato di quartiere a portare alla Polizia locale una lettera nelle quali sono state spiegate tutte le motivazioni per le quali l’immagine di Belen non è adatta per quella zona. Ecco uno stralcio: “L’immagine di una ragazza molto provocante, che compie il gesto di volersi calare le mutandine, cattura l’attenzione dei guidatori, con conseguente grave pericolo di tamponamenti, scontri con motociclisti e investimento di pedoni”. Dopo tanto caos, non è mancata la replica di Belen Rodriguez che subito ha voluto esporre il proprio punto di vista, tramite Facebook. Come potete vedere nell’immagine più in basso, Belen Rodriguez ha pubblicato un post con l’immagine della discussa pubblicità, accompagnata da questo commento: “Cartelloni pubblicitari sexy con Belen Rodriguez, polemica a Milano: “Distraggono gli automobilisti, toglieteli”……Paolo Uguccioni, presidente del Comitato Venezia Buenos Aires ha scritto infatti nei giorni una lettera alla Polizia Locale in cui raccoglie segnalazioni di cittadini sulla presenza di «enormi cartelloni pubblicitari» che «rappresentano un serio pericolo per la circolazione veicolare». Tra questi anche quello di Belen, ammiccante in biancheria intima. #occupiamocidicoseserie #mah #coseassurde#senzargomenti #chesaramai #diamociunamossa #jadea”.

 

Belen Rodriguez non capisce la polemica

Come è chiaro, il vero commento di Belen Rodriguez riguardo il putiferio scoppiato per le sue foto in intimo si trova negli hastag. L’argentina non capisce perché ci si debba occupare di cose abbastanza futili come una pubblicità in intimo, anziché dei tanti problemi che attanagliano l’Italia. A spuntarla però sono stati i residenti di Milano: da lunedì la pubblicità Jadea verrà sostituita con quella di un profumo. Hanno fatto bene a togliere il maxi cartellone o ha ragione Belen?

1 Comment

1 Comment

  1. Elisabetta

    14 dicembre 2014 at 09:31

    Premetto che non ho simpatia per Belen non per nulla ma a parte la bellezza e la furbizia non trovo nient’altro in lei che valga la pena sottolineare…però in questa occasione trovo assurdo rimuovere il cartellone…la colpa non è di Belen ma di quegli uomini che ancora si distraggono per una pubblicitàV che non ha niente di più delle immagini che ci scorrono quotidianamente davanti agli occhi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in News

Post Popolari

Scelti per voi

To Top