Connect with us

Ascolti tv

Ascolti: Verissimo perde contro Sabato italiano, ecco perché

Ascolti tv nel pomeriggio di sabato 6 gennaio 2018: per la prima volta Verissimo va ko (in sovrapposizione) contro un competitor (Sabato italiano), ecco perché e i numeri dell’Auditel.

Ascolti tv di sabato 6 gennaio 2018, Verissimo perde contro Sabato italiano

Sabato italiano, in onda su Rai1 dalle 16.45, ha ottenuto 1.820.000 spettatori (12% di share) nella prima parte e 2.403.000 (14,7%) nella seconda.

Su Canale 5 Verissimo è stato seguito da 2.058.000 (13,6%) nella prima parte iniziata alle 16.10 (e in cui resta leader) e 2.110.000 (13%) nella seconda.

Il motivo del successo del programma condotto da Eleonora Daniele? La diretta e l’approfondimento sulla morte di Marina Ripa di Meana (oltre che l’omaggio ad Adriano Celentano per gli 80 anni). La trasmissione con Silvia Toffanin, invece, ha risentito della registrazione, della mancanza del traino di Amici (tornerà da sabato 13) e dell’impossibilità di trattare del “caso del giorno”.

Perché Verissimo è stato intitolato Speciale Verissimo

Il programma di Canale 5 ha avuto come titolo Speciale Verissimo per un “trucchetto-Auditel”. In questo modo risulta una trasmissione “nuova” e la media-Auditel (bassa) non verrà calcolata con quella delle altre puntate del sabato pomeriggio.

Auditel, come funziona

La società AGB Italia, per conto di Auditel, ha installato nella casa di alcune famiglie italiane un piccolo apparecchio collegato ad ogni televisore dell’abitazione e alla linea telefonica, che registra su quale canale è sintonizzato il televisore. Il campione, rappresentativo della popolazione italiana con più di 4 anni, detto panel, è aumentato nel tempo: dalle poco più di 600 famiglie dei primi mesi successivi all’avvio delle rilevazioni, si è passati alle 2.420 famiglie del 1º gennaio 1989 fino alle 5.070 del 1º agosto 1997, con l’allargamento a 16.100 famiglie (41.000 individui) da luglio 2017. Ogni membro della famiglia deve segnalare la propria presenza davanti al televisore tramite un particolare telecomando: in questo modo il meter registra quale programma è visto e anche da chi è visto. Il meter è composto da 3 unità: il monitor detection unit (MDU), che rileva lo stato di accensione e spegnimento dell’apparecchio televisivo, il canale su cui esso è sintonizzato; l’handset (“telecomando”), attraverso il quale la famiglia-campione seleziona il numero di persone che guardano la televisione; il meter vero e proprio, unità centrale di memoria, che trasmette i dati degli MDU provenienti dai vari televisori della famiglia-campione alla centrale attraverso la linea telefonica. I dati vengono poi elaborati al computer centrale di Milano e pubblicati la mattina seguente attorno alle ore 10.

Fabio Traversa nasce a Bari l’11/01/1981 e, dopo alcuni mesi di vagiti e poppate, i suoi genitori si rendono conto che non riesce a fare a meno della lettura giornaliera di quotidiani, riviste, libri. Deve assolutamente essere a conoscenza dell’ultim’ora di cronaca, dei risultati di calcio e delle notizie sul panorama televisivo. E così al percorso scolastico (diploma al liceo classico e laurea in Giurisprudenza) si affianca il contatto diretto con il mondo del giornalismo (è pubblicista dal 21 ottobre 2003). Oltre a essere stato collaboratore di alcuni quotidiani locali o addetto stampa di enti pubblici o partiti ha curato (per oltre 10 anni) Reality&Show, fiore all’occhiello della blogosfera nella sezione spettacoli, e ha scritto per Tvblog.it e Soundsblog.it. Da gennaio 2018 è autore su Altrospettacolo.it e Gossipetv.com.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Ascolti tv

Post Popolari

Scelti per voi

To Top