Connect with us

Televisione

Anticipazioni Qualunque cosa Succeda: un incarico per l’Avvocato Ambrosoli

qualunque cosa succeda pierfrancesco favino giorgio ambrosoliAnticipazioni prima puntata Qualunque Cosa Succeda

Domani sera, lunedì 1 dicembre andrà in onda in prima serata su Rai1 la prima puntata di Qualunque Cosa Succeda, la nuova fiction in due puntate interpretato da Pierfrancesco Favino e tratta dall’omonimo romanzo di Umberto Ambrosoli. La fiction racconta gli ultimi anni di vita e la drammatica morte dell’avvocato Giorgio Ambrosoli, ucciso davanti alla porta di casa la notte dell’11 luglio 1979 per un intrigo di mafia, finanza e grandi interessi economici dell’Italia dell’epoca. La storia parte nel 1974, anno in cui Ambrosoli viene nominato dalla Banca d’Italia liquidatore della Banca Privata Italiana, che era stata portata al crack finanziario dalla gestione del banchiere siciliano Michele Sindona, uomo pesantemente coinvolto negli affari della malavita organizzata. E’ a questo punto che Ambrosoli si rende conto che sta per essere invischiato in uno strettissimo intreccio di mafia, politica, massoneria e finanza, capisce che potrebbe correre più di un pericolo, ma il suo senso del dovere e la sua onestà lo spingono ad andare avanti con il proprio lavoro, ignaro del fatto che tutto questo gli costerà molto caro, talmente caro da dover sacrificare la propria vita. Una fiction di argomento impegnato, ispirato ad una storia vera che fa parte della memoria del nostro Paese.

Pierfrancesco Favino è l’avvocato Giorgio Ambrosoli: la prima puntata di Qualunque cosa Succeda domani sera su Rai1

Vediamo nel dettaglio che cosa succederà nella prima puntata della fiction Qualunque Cosa Succeda che, lo ricordiamo, andrà in onda domani lunedì 1 dicembre in prima serata su Rai1, mentre la seconda puntata andrà in onda martedì sera alla stessa ora. La fiction si apre nel 1974, quando Giorgio Ambrosoli viene contattato da Guido Carli, allora Governatore della Banca d’Italia, con l’avviso di un nuovo incarico. La Banca Privata Italiana di Michele Sindona è appena stata protagonista di un clamoroso crack finanziario, ed il banchiere siciliano è scappato negli Stati Uniti sia per difendere il suo impero malavitoso, che per sfuggire ad un mandato di cattura. Essere il liquidatore della Banca Privata Italiana vuol dire anche e soprattutto occuparsi di recuperare tutte le somme che sono state illecitamente sottratte all’Istituto Bancario, e risarcire tutti i piccoli risparmiatori che avevano dato fiducia alla banca di Sindona depositandovi i loro risparmi. L’avvocato milanese accetta l’incarico per fedeltà allo Stato, ma è ben cosciente del fatto che si tratta di un incarico estremamente rischioso, che lo porterà fin troppo vicino agli affari della criminalità organizzata, e lo farà rischiare moltissimo. Ambrosoli è padre di tre figli, ed in una lettera testamento che scrive alla moglie, interpretata dalla bravissima Anita Caprioli consapevole del rischio a cui si sta esponendo, le preannuncia la sua morte, e le raccomanda di crescere i loro figli nel rispetto dei valori e soprattutto dello Stato.

Pierfrancesco Favino interpreta Giorgio Ambrosoli

L’interpretazione di Pierfrancesco Favino ha stupito piacevolmente anche Umberto Ambrosoli, figlio dell’avvocato milanese ed autore del libro a cui si ispira la fiction di Rai1, che si è dichiarato molto soddisfatto di come è stata raccontata la storia della sua famiglia. Un motivo in più per non perdersi la prima puntata di questa fiction!

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top