Connect with us

Televisione

Anticipazioni Barabba: la fiction dedicata al ladro preferito a Gesù

fiction barabbaBARABBA LA FICTION SU RAI UNO – Questa sera e domani sera, in prima serata su Raiuno, andrà in onda la fiction in due puntate co-prodotta da Raifiction, Compagnia Leone Cinematografica e con ReelzChannel, Barabba. Una produzione in gran parte italiana con l’eccezione della regia di Roger Young, ed il protagonista Billy Zane, noto per numerosi ruoli da cattivo al cinema, come quello de fidanzato di Rose in “Titanic”. La fiction “Barabba” è tratta dal romanzo del 1951 di Pär Lagerkvist ed è ambientata a Gerusalemme. Per la prima volta viene così raccontata la storia del ladro senza scrupoli, violento e malfattore che fu preferito a Gesu di Nazareth. Nella Giudea del primo secolo, nel giorno di Pasqua, il popolo ha la possibilità di liberare un prigioniero condannato a morte. Ponzio Pilato, governatore di quella provincia romana, rispetta la tradizione e chiede al popolo chi liberare: Gesù o Barabba? Barabba, grida la folla, salvandogli la vita.

BARABBA LA STORIA IN DUE PUNTATE – A Gerusalemme, Barabba è conosciuto per essere un ladro senza scrupoli e per compiere numerosi furti. Fuggendo da Lezer (Giampiero Judica), intendente della villa in cui si celebrano le nozze di Cana -durante le quali Gesù (Marco Foschi) compie il miracolo dell’acqua trasformata in vino-, Barabba si ritrova a conoscere Ester (Cristiana Capotondi), giovane e semplice ragazza, seguace di Gesù. La vita di Ester s’intreccia con quella di Barabba e la ragazza conosce Claudia (Anna Valle), anche lei affascinata dal mondo di Gecù e moglie di Ponzio Pilato che, timoroso del messaggio di Gesù, ordina il suo arresto. Nel frattempo Barabba incontra Kedar (Hristo Shopov), capo degli zeloti che vuole istigare il popolo a ribellarsi contro Roma ma sarà Barabba stesso ad essere arrestato e condannato. Si troverà così, insieme a Gesù, davanti alla folla che, nel giorno di Pasqua può liberare un condannato. Alla fatidica domanda di Ponzio Pilato, la folla sceglie di leberare Barabba che, dopo la liberazione, inizia un percorso che lo porta a chiedersi quale sia il suo scopo in tutta la vicenda. In questo cammino, Barabba incontrerà Giuda (Matteo Branciamore), Pietro (Franco Castellano) e Lazzaro (Lorenzo Balducci). Per Barabba, però, non sarà facile comprendere il messaggio di Gesù e sposarlo.

La fiction Barabba è già andato in onda negli Stati Uniti dove ha ricevuto una recensione positiva. Bacchettati, invece, gli interpreti italiani per il loro inglese: “Ester è il  riferimento di purezza a cui Barabba vorrebbe avvicinarsi, perché pur  non rendendosene conto, lo sente dentro di sè – spiega Cristiana  Capotondi –  Con Anna rappresentiamo quelle donne che hanno avuto un  ruolo centrale nel cristianesimo. Sono state tra le prime ad accogliere e  diffondere il messaggio di Gesù. Basti pensare ad Elena, la madre di  Costantino”. La Capotondi è rimasta impressionata “dalla sensibilità e la  dolcezza di Billy. Non ha mai avuto atteggiamenti da divo, d’altronde  si sarebbero sciolti in quei 50 gradi, in Tunisia, dove abbiamo girato”.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
1 Comment

1 Comment

  1. Ravecca Massimo

    20 gennaio 2014 at 22:30

    Gli ebrei volevano uccidere Gesù, ma non potevano, Pilato poteva condannarlo a morte, ma non voleva, Erode tratto Gesù come fosse il protagonista di un carnevale ebraico (Purim), i soldati romani come se fosse il protagonista di un carnevale romano (Saturnali). Barabba più che un nome proprio, che probabilmente era Gesù, potrebbe essere un titolo relativo ad una funzione ed in ogni caso coincideva con l’imputazione relativa a Gesù: essersi proclamato Figlio del Padre. Per questo Michelangelo quando dipinse il Giudizio Universale per Gesù giudice riprese la figura di Aman (protagonista del carnevale ebraico) dipinta precedentemente nella volta della Cappella Sistina? Cfr. ebook (amazon) di Ravecca Massimo. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top