Connect with us

Amici

Amici 16, Boosta confessa: primi problemi per il nuovo prof di canto

amici 16 boostaAmici 16, Boosta si svela: molte critiche per la sua partecipazione al talent

Davide Dileo, in arte Boosta, quest’anno ha fatto il suo ingresso nella scuola di Amici di Maria De Filippi come nuovo professore di canto. Musicista e cantante, Boosta si è calato in questo nuovo ruolo con grande passione, caratteristica che gli allievi di questa edizione hanno immediatamente apprezzato. Ma per Boosta non sono, tuttavia, mancate molte critiche e proprio per la decisione di partecipare ad un talent show. Molti dei fan dei Subsonica, la sua band, non hanno infatti apprezzato questo suo nuovo “incarico”, ma Boosta – in un’intervista rilasciata a UrbanPost – decide di chiarire la sua posizione in merito: “Lo dico con precisione di contenuto, non con arroganza, ma sinceramente ‘Non mi interessa’ – esordisce il cantante, che precisa – Io sono contento di quello che ho fatto, delle mie scelte, mi diverte moltissimo fare Amici, non posso farmi condizionare dalla paura che non si può vivere. […] E ti dirò di più, in un mese che faccio Amici la mia vita da musicista è andata avanti: la televisione non mi ha distrutto. Scrivo ancora, scrivo testi, non mi fermo. E per me la curiosità è il sale della vita.”

Boosta parla della sua avventura ad Amici 16: le parole del cantante

Un avventura, quella di Boosta ad Amici, intrapresa quindi nel migliore dei modi e con grandi obiettivi da raggiungere, come lo stesso prof confessa: “Mi sto divertendo molto, mi sta piacendo l’attitudine del programma, mi piacciono i ragazzi. […] Bisogna insegnare, perché se non insegni i ragazzi non impareranno mai. Inutile, oggi se non insegna nessuno a questi ragazzi si continuerà a dire che non conoscono la musica. Informarsi su internet, ormai, non è più sufficiente, è un mare aperto – per Boosta infatti, il talet condotto da Maria De Filippi ha elementi che fanno davvero la differenza per i ragazzi – E poi, ad Amici c’è la bellezza di essere ragazzi. Non sono pecore mandate al macello. […] Ad Amici vengono portati degli inediti, uno specchietto che dà riflesso, non è tutta roba da portare via. Sono ragazzi che hanno consapevolezza nei propri mezzi – così conclude – I tempi sono diversi rispetto a 20 anni fa, c’è differenza culturale e di attitudine, anche di approccio alla musica. Sono contento”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Amici

Post Popolari

Scelti per voi

To Top