Connect with us

Televisione

Altrimenti ci arrabbiamo: tonfo all’11% di share. Maria De Filippi doppia Milly Carlucci

ASCOLTI IN RAPIDO CALO PER ALTRIMENTI CI ARRABBIAMO: MARIA DE FILIPPI DOPPIA MILLY CARLUCCI. Tempi “neri” per Raiuno: dopo i flop che si sono avvicendati a valanga negli ultimi mesi quali Riusciranno i nostri eroi?” condotto da Max Giusti, I migliori anni” di Carlo Conti, programma per over 60 affondato da Italia’s got Talent, “Red or black?” condotto dall’insolita coppia Frizzi-Cirilli e trasmesso dagli studios di Cinecittà, “Eroi di tutti i giorni” affidato a Paola Perego e, ultimo in ordine di tempo, “La terra dei cuochi”, clone di MasterChef, condotto dalla “onnipresente mezzogiorno e sera” Antonella Clerici. E ad aggiungersi alla già lunga lista di insuccessi della prima serata di Raiuno è il nuovo programma di Milly Carlucci, “Altrimenti ci arrabbiamo”, che ieri sera ha segnato un record storico per il sabato sera di Raiuno toccando l’11% di share e venendo surclassato dalla concorrenza di Mediaset, il serale del talent Amici di Maria De Filippi. E’ la fine dei varietà?

LA CRISI DEL VARIETA’: FINISCE L’ERA DELL’INTRATTENIMENTO? Sono dati preoccupanti quelli registrati da Raiuno negli ultimi mesi: Altrimenti ci arrabbiamo era partito con un confortante 17% di share, per poi sprofondare al 13% nella seconda puntata. Umiliante il risultato di ieri: l’11% di share in prime time è un dato che dovrebbe far riflettere i vertici dell’azienda. Sarà che la differita e il ponte hanno influito, ma in condizioni “normali”, per così dire, difficilmente il programma sarebbe andato granchè meglio. In particolare sono stati 2.630.000 telespettatori con uno share dell’11,28% a seguire il talent guidato da Milly Carlucci, contro i 5.209.000 telespettatori e uno share del 23,33% (più del doppio, quindi) di Amici su Canale 5. Un programma da archiviare, dunque, che sabato prossimo (sempre in differita), chiuderà con la finalissima (sperando che non scenda addirittura sotto il 10% di share!). Ennesimo flop, dunque, per Milly Carlucci, dopo 24.000 voci di un paio di anni fa e le non proprio brillanti edizioni di Miss Italia da lei timonate.

RAIUNO: E’ ORA DI RINNOVARSI? Una stagione da dimenticare per la Rai, forse “colpevole” in modo indiretto degli insuccessi delle sue trasmissioni. Sarà la qualità a mancare o l’innovazione? Perchè il pubblico continua a snobbare le prime serate della rete ammiraglia? Non sarà forse che i telespettatori sono arcistufi di sorbirsi sempre le stesse facce, quali Carlo Conti in Tv sette giorni su sette con L’eredità e in prime time con il trito e ritrito I migliori anni, o Max Giusti presente anch’egli sette giorni su sette con Affari tuoi e “promosso” in prima serata con Riusciranno i nostri eroi? o ancora Antonella Clerici da 13 anni in Tv con l’ormai “ultralievitata” Prova del cuoco? Ai telespettatori l’ardua sentenza…

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
5 Comments

5 Comments

  1. max

    28 aprile 2013 at 13:45

    Finalmente un articolo che dice pane al pane e vino al vino…
    Non se può più di certe facce, ingorde di tv e in onda tutti i giorni, prima e dopo i pasti: Clerici e Conti (basta, se non se può più di voi due, ma quando vi levate dalle scatole?) Carlucci, Giusti. Aggiungerei altre inutili presenze: Magalli, Frizzi, Adriana Volpe, Lorella Landi, Marcello Cirillo e Gabriele Cirilli, Veronica Maya, Gianfranco Agus, Insegno, Vespa. Ma sarebbero da eliminare anche Scotti, Costanzo e De Filippi. Per fortuna non si vedono da un pò Pupo, il principino, Sonia Grey e il figlio dei Pooh. Ma mentre la tv commerciale può anche mandare in onda tutta la monnezza che vuole, la tv di stato dovrebbe utilizzare il turnover, in modo di far lavorare più persone e non sempre le stesse (orrende e nauseabonde) da anni e anni…

  2. Salvo

    28 aprile 2013 at 14:04

    La prova del cuoco sarebbe “quasi scaduta”? Ma come vi permettete di scrivere certe cose? I programmi della Clerici, così come quelli di Carlo Conti, vanno abbastanza bene. L’unico vero flop è quello della Carlucci che è scesa sotto i 3 milioni.

  3. anna

    28 aprile 2013 at 15:51

    mandate a casa la clerici che è onnipresente anzi vuole essere a tutti i costi presenzialista a danno dei telespettatori che non ne possono più di queste trasmissioni di piccoli che vogliono atteggiarsi a grandi e delle solite pietanze di cucina che ci
    . propongono tutti i canali in tutte le salse.mandate a casa conti,cuccarini,carlucci,e la venier.con il canone che si paga dovremmo acculturarci con programmi più interessanti quali il teatro,documentari,film ecc.invece ci ripropongono sempre la stessa salsa,

    • Angelo

      29 aprile 2013 at 14:53

      Giustissimo! Io sono appassionato di cucina, ma anche di Teatro e Cinema! E sinceramente aspettare che d’estate, a notte fonda vadano in replica (se le danno) spettacoli teatrali, o per vedere un film d’autore devi cercare sul satellitare il canale giusto con fior di euro che paghiamo allo Stato per la tassa di proprietà sul televisore, non mi va proprio! poi si lamentano della pirateria….

  4. Salvo

    29 aprile 2013 at 14:25

    Mandate a casa questo, mandate a casa quell’altro, cara Anna sei sicura di stare bene?
    Secondo te in televisione ci devono stare solo i giovani e quelli che hanno più esperienza e che sono molto amati dal pubblico come Antonella Clerici dovrebbero andarsene? Non ti capisco proprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top