Connect with us

Disney

Aladdin: 5 curiosità sul cartone animato Disney

Aladdin curiositàAladdin e Jasmine, curiosità: a chi sono ispirati i personaggi del cartone animato Disney?

Sono passati ventiquattro anni dall’uscita di Aladdin ma continua ad essere uno dei film d’animazione Disney più amati insieme alle sue canzoni, come Il mondo è mio. Non tutti però sanno che nasconde veramente tante sorprese, che solo grazie ad un aiuto esterno si possono capire. Vi siete mai chiesti per esempio a chi si sono ispirati per disegnare i protagonisti del cartone? Il Principe è la copia esatta di Tom Cruise, un uomo forte, deciso, affascinante, con pose statuarie e un sorriso smagliante. Jasmine invece è stata creata ispirandosi all’attrice statunitense Jennifer Connelly. Infine è il personaggio del Genio ad avere tante curiosità: Eric Goldberg ha ammesso di essersi ispirato a Robin Williams e fu proprio lui infatti a doppiarlo.

Aladdin, curiosità: tanti personaggi Disney nel cartone animato

Qualcuno di voi si è accorto di altri personaggi Disney nel cartone di Aladdin? Alcuni sono più facili da individuare mentre per altri è quasi impossibile. Il Genio ad un certo punto si trasformerà in Pinocchio, davanti agli occhi increduli del Principe e della scimmietta fedele Abu. Andando avanti con il film vedremo il Sultano giocare con delle statuine, ma tra loro possiamo veder scorgere la Bestia, del film La Bella e La Bestia, e il granchio Sebastian de La Sirenetta uscire dalle pagine di un libro che il Genio stava leggendo. Per finire possiamo anche vedere Topolino per un istante, durante la trasformazione della tigre!

Aladdin, altre curiosità: quello che non sai del film

Sicuramente non saprete neanche che l’intero cartone è stato ispirato a Il ladro di Bagdad, premio Oscar nel 1940. Jaffar ad esempio è il nome dei sultani in entrambi i film. Bisogna anche dire che questa rappresentazione ha fatto infuriare il popolo arabo, che si è sentito offeso da alcuni riferimenti. La Disney non accettò di cambiare queste immagini definite offensive ma cambiò solo un verso della canzone Notti d’Oriente: da “Dove ti tagliano un orecchio/Se non gli piace la tua faccia” a “Dove è pianeggiante ed immenso/E il calore molto intenso”. Inoltre Robbie Williams, doppiatore del Genio, registrò più di 16 ore di materiale improvvisato in diverse versioni. Fece così perchè la voce sarebbe stata aggiunta in un secondo momento e non voleva rischiare di tornarci su. Questa fu la causa principale che impedì al film di vincere il titolo come Migliore adattamento di una sceneggiatura.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Disney

Post Popolari

Scelti per voi

To Top