Connect with us

Televisione

1992: chi è Guido Caprino, l’interprete di Pietro Bosco?

guido-caprino-19921992, stasera l’ultima puntata: Guido Caprino nei panni di Pietro Bosco

1992 questa sera chiuderà i battenti, concludendo una prima stagione di successi e consacrando le serie di Sky come prodotti di indubbia qualità. In molti hanno criticato la serie tv ideata da Stefano Accorsi, ma che la si abbia amata od odiata, 1992 ha riscosso molti commenti, soprattutto sul web. E se su Tea Falco e la sua interpretazione di Beatrice Mainaghi molte sono state le critiche e le ironie 2.0, il discorso è diverso per tutti gli altri personaggi. 1992 infatti è partito con un cast che a parte Stefano Accorsi, noto al grande pubblico, ha consacrato molti volti semi sconosciuti del panorama italiano. Tra questi anche Guido Caprino, interprete di Pietro Bosco, il deputato leghista tutto muscoli e grande cuore. Guido Caprino, seppur abbastanza famoso per l’interpretazione di Luca Manara ne Il Commissario Manara, ha confermato la propria professionalità con il Pietro Bosco di 1992. Basti pensare che il ruolo del leghista ha imposto a Guido Caprino di recitare con un forte accento lombardo, lui che ha natali siciliani.

Guido Caprino: la carriera prima di 1992

Guido Caprino è nato infatti a Taormina ed è cresciuti a Nizza di Sicilia, comune nel messinese per poi trasferirsi a Milano dopo il diploma. La prestanza fisica di Caprino (i muscoli di Pietro Bosco sono perennemente messi in mostra in 1992!) e lo sguardo penetrante dagli occhi chiari hanno permesso al giovane siciliano di lanciarsi in una carriera da modello. Eppure a Milano Guido Caprino non ha perso tempo incominciando a studiare recitazione fino all’approdo al teatro, la vera scuola di vita di qualsiasi bravo attore. Nel 2005 Caprino giunge al grande schermo con Il registra di Matrimoni di Bellocchio e nel 2007 torna nella sua Sicilia con il film ispirato al romanzo di De Roberto I Vicerè. Dopo queste due pellicole la carriera di Guido Caprino viene però consacrata dalla televisione, soprattutto dal Il Commissario Manara, fiction di Rai 1. Con le due stagioni nei panni dell’affascinante Luca Manara, Guido Caprino si fa conoscere al grande pubblico. Proprio in quegli anni si inizia a parlare della sua vita privata, ma Caprino, ormai 42enne si è sempre professato single e molto riservato.

Guido Caprino in 1992: Pietro Bosco avrà un vero futuro con Veronica Castello?

Anche in questo 2015 nulla si sa sulle possibili fidanzate di Guido Caprino, che gran parte del pubblico femminile considera un sex symbol. Abituato a comparire con i folti capelli ricci ed il baffo da uomo mediterraneo, Caprino non ci dispiace neanche nei panni di Pietro Bosco: capelli rasati e sguardo intenso conserva molto del suo fascino anche nei panni del “rude” leghista. Bosco infatti è sicuramente il personaggio maggiormente “testosteronico” di 1992, seguito dal bello e dannato  Domenico Diele nei panni di Luca Pastore, e dall’indubbio charme di Stefano Accorsi versione anni ’90. In ogni caso non resta che aspettare questo fine stagione, e vedere la decisione di Veronica Castello (Miriam Leone) sul figlio che potrebbe aver proprio con Pietro. Il leghista infatti non solo dovrà fare i conti con il suo nuovo ruolo di politico venduto alle logiche di Roma, ma anche alla possibilità di una paternità.

Continua a leggere
Potrebbe interessarti...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Televisione

Post Popolari

Scelti per voi

To Top